Mamme al lavoro e figli all’asilo, senza rimpianti

mommy-guilt“Madre lavoratrice è un’espressione pleonastica”. Non si sa chi abbia pronunciato questa frase per prima, ma è sicuramente vera. Lo era già quando le donne restavano a casa, senza l’aiuto della lavatrice e senza disporre di un supermarket dietro l’angolo. Lo è ancora oggi, visto che per far quadrare i bilanci familiari due stipendi sono più che utili, spesso sono necessari. Ormai secondo i sondaggi sono rimasti in pochi a dubitare che una donna con un impiego retribuito possa essere anche una brava mamma. Ma resistono dubbi diffusi sull’opportunità che ritorni al lavoro quando i figli sono in età da asilo nido. Eppure passando in rassegna cinquant’anni di studi scientifici Rachel Lucas-Thompson ha tracciato uno scenario rassicurante sul Psychological Bulletin: ricominciare a lavorare poco dopo la nascita di un figlio, in media, influisce poco sul suo sviluppo psicologico e sulle sue future prestazioni scolastiche. Se la famiglia è disagiata, in particolare, gli effetti negativi della permanenza a casa della mamma superano quelli positivi. E se le figlie sono femmine, il fatto che la mamma lavori offre un modello positivo in cui identificarsi, uno stimolo a superare gli stereotipi di genere, a pensarsi come esseri umani completi e liberi. Vorrei che lo sapesse Chiara, la protagonista della web fiction che sta per partire sul sito del Corriere della sera, e con lei tutte le mamme che convivono con i sensi di colpa per aver voluto (o dovuto) dividersi tra famiglia e lavoro. Continua qui. (pubblicato sul Corriere della sera il 6 maggio 2013)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...