Presto che è tardi

obama_cameron_ping_pong_fotogramma01L’impasse in cui si trova la generazione dei trenta-quarantenni in Italia mi ha fatto tornare in mente, per contrapposizione, un lavoro pubblicato su Science nel 2011. Analizzando le biografie delle persone più famose del mondo nate tra il 1800 e il 1950, da Virginia Woolf a Steven Spielberg, i ricercatori hanno scoperto che l’età in cui hanno agguantato il successo si è andata spostando all’indietro. Per le coorti comprese tra l’inizio del XIX secolo e la metà del XX l’età media in cui i grandi personaggi sono diventati tali è passata da 43 anni a 29. Ovviamente gli attori tendono a diventare noti prima degli scrittori, e questi prima dei politici. La tendenza comunque è quella: se ha intenzione di presentarsi alla tua porta, ormai il successo tende a suonare per tempo. grafico economistMi è tornato in mente anche un grafico dell’Economist sull’età dei leader. In Occidente l’età della popolazione invecchia, mentre quella dei politici ringiovanisce. L’affermazione di under 50 come Obama e Cameron autorizza a immaginare che in futuro molti paesi potranno avere leader più giovani della media dei propri cittadini. Per ora noi facciamo eccezione, si sa. Chi tenta l’affondo a 40 anni oggi in Italia è un giovane turco. In America li chiamano “late bloomer”, come le piante a fioritura tardiva.

2 pensieri su “Presto che è tardi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...